Chi sono

La mia carriera inizia prestissimo, perché la passione me la trasmette mio papà che, appena nato, mi fa frequentare subito i paddock delle due ruote, visto che si diletta a correre nel trofeo Ducati e nel Trofeo Motoestate.
Siamo a fine anni ’90, ma già nei primi anni 2000, a due anni e mezzo, la moto diventa la mia migliore amica. Ebbene, mentre con la bicicletta vado ancora con le rotelle, con la moto è tutta un’altra cosa e non ho problemi a dilettarmi con le mie primi mini moto, prima elettriche e poi a scoppio.
E’ nel 2007 che inizio con i “primi passi” nelle gare di minimoto, ottenendo già le prime soddisfazioni. Prime gare e subito due podi, due volte secondo. Mica male come inizio.
Nel 2008 inizia il vero impegno con le minimoto, dove gareggio fino al 2011, laureandomi Campione Regionale nel 2010, con una moto ben meno potente dei miei diretti avversari, 4.5 cavalli contro le nuovissime da 6.5 cavalli.
Alcune foto di Matteo Ghidini in azione
Nel 2012 passo alla Mini GP, dove l’anno prima Luca Marini, fratello di Valentino Rossi, aveva vinto il titolo con quattro vittorie su sei gare, calamitando l’interesse dei media di tutta Italia e non solo. Io riesco a fare di meglio, vincendo 6 gare su 6!! Vengo premiato direttamente all’EICMA a Milano e successivamente arriva il mio primo contratto con una casa ufficiale, la Honda, che si interessa a me tramite Honda Italia.
Con i colori di Honda Italia e San Carlo partecipo alla Pre GP nel 2013 ma purtroppo il disimpegno della filiale italiana della casa giapponese, nella categoria, non permette a me e la squadra di ottenere ottimi risultati anche se, nella prima stagione, riesco a salire sul podio della gara di Imola ottenendo uno splendido secondo posto.
Nel 2014 partecipo al Trofeo Honda NSF dove ottengo due podi e tante belle prestazioni: terzo posto ad Imola, un circuito che amo tantissimo, ed un secondo posto a Misano, poi molti ottimi piazzamenti che mi danno una grande fiducia per la stagione 2015.
Ed in effetti è così: nel 2015 partecipo all’intera stagione della Honda NSF Cup, inserita nel calendario MOTO3 del CIV. Ho pure il supporto della Federazione, che mi aiuta inserendomi tra gli undici piloti del programma per giovani centauri “Made in CIV”. Su otto gare ne vinco sei, con ben cinque primi posti nelle prime cinque gare. Riepilogando, nella stagione 2015 ho disputato nella Honda NSF Cup otto gare, ne ho vinte sei, sono arrivato secondo in una e non ho terminato una sola gara, al Mugello sotto il diluvio. Ho vinto il titolo con largo anticipo, tanto che mi sono permesso di debuttare in Moto 3 nell’ultimo appuntamento della stagione al Mugello, grazie al supporto del team Libax. Il mio debutto non poteva essere più positivo: con una moto ibrida, ho ottenuto un buon decimo posto in gara uno, mentre nella seconda, dopo una gran partenza che mi ha portato nelle prime posizioni, ho dovuto abbandonare a causa di un problema al motore.
Nel 2016 ho disputato la mia prima stagione a livello internazionale, partecipando al CEV nella classe MOTO 3, ovvero il Campionato Mondiale Junior della MOTO 3. Ho gareggiato con la FTR del team Cruciani ed ho lottato con piloti del calibro di Foggia, Dalla Porta, Bezzecchi, Ramirez, Masia. E’ stata una stagione di apprendistato, dove me la sono dovuta vedere con circa una ventina di moto ufficiali, sfiorando alcune volte la zona punti.
Nel 2017 ho cambiato moto, iscrivendomi al “mondialino” con la KTM Moto 3 del 2013 gestita in pista dal team TMR. Nonostante una moto piuttosto datata, è stata una stagione dove ho confermato le mie prestazioni. Mi sono tolto molte soddisfazioni, visto che più volte mi sono trovato a battagliare con gli “inarrivabili” piloti ufficiali. Soddisfazioni che sono venute anche dal CIV, quando ho partecipato all’ultima gara del Campionato Italiano con una LIBAX al Mugello. Con lo “storico” marchio monzese ho disputato una grande gara, sotto la pioggia, recuperando parecchie posizioni in gara, terminando al nono posto, ottenendo tempi di assoluto rilievo, mai raggiunti prima dalla casa motociclistica monzese.
L’esperienza accumulata nei due anni di MOTO 3, mi ha fatto capire che il mio stile di guida non era adatto a quella categoria, ed ho quindi puntato a moto nettamente più potenti. Ho quindi preso la decisione di partecipare al Campionato Spagnolo nella Superstock 600, con una Kawasaki ZXR 600. Ho disputato una stagione fantastica, vincendo ben tre gare (Jerez, Albacete, Navarra) e arrivando secondo in campionato. Mi sono mancati i punti di due gare, alle quali purtroppo non ho potuto partecipare, ma mi sono comunque piazzato secondo nella classifica finale. Memorabile la gara di Navarra, circuito a me completamente sconosciuto, dove ho vinto con un gran margine sul mio diretto avversario, ottenendo anche il giro più veloce della corsa.

Ora guardo già al 2019…